Che differenza c’è tra WordPress.com e WordPress.org?

WordPress.com e WordPress.org: siti diversi per usi diversi. Impariamo le differenze tra i due e capiamo quale è più adatto alle nostre esigenze.
Luglio 16, 2023

3 minuti

differenza c’è tra WordPress.com e WordPress.org

Quando vogliamo realizzare un nuovo sito web, una delle prime domande che ci potremmo porre potrebbe essere: qual è la differenza tra WordPress.com e WordPress.org?

Sul mercato, infatti, esistono software e servizi per tutti i gusti e bisogni. L’offerta è enorme e sapersi districare e scegliere a chi affidarci richiede esperienza e tempo.

Avremo comprensibilmente le idee confuse. Infatti, sul web possiamo trovare centinaia di utenti con gli stessi nostri dubbi e perplessità, soprattutto da chi è approdato da poco nel mondo del web con l’intenzione di realizzare in autonomia un sito.

Il nostro consiglio è quello di affidarsi a WordPress. Quest’ultimo è un ottimo alleato per la realizzazione di siti web moderni e responsive, ma tra WordPress.com e WordPress.org, qual è l’opzione migliore?

Dipende.

Anche se hanno un nome praticamente identico, parliamo di due sistemi diversi. Ognuno con le sue peculiarità e, apparentemente, entrambi abbastanza complessi. Quindi, in base al progetto che vogliamo realizzare, dovremo capire quale dei due risponde meglio alle nostre necessità.

Una volta compresa la differenza tra WordPress.com e WordPress.org sarà più semplice decidere.

Lo scopo dell’articolo è proprio questo: guidarci alla scelta del giusto compagno di viaggio.

Cosa cambia tra WordPress.com e WordPress.org

Nel corso dell’articolo vedremo in modo più approfondito cosa cambia tra WordPress.com e WordPress.org, ci soffermeremo sui dettagli e su pro e contro.

In sintesi, però, possiamo suddividere le differenze sostanziali in tre punti.

  1. L’hosting: WordPress.com ci consente di costruire il nostro sito su hosting gestito. Per cui, tutto ciò che dovremo fare è concentrarci su contenuti e creatività, non dovremo quindi badare all’aspetto tecnico. D’altra parte, WordPress.org si basa sul self-hosting: l’utente deve cioè scegliere autonomamente un hosting dove poter caricare il sito. È un’operazione sicuramente non alla portata di tutti, soprattutto per chi ha appena iniziato. Dovremo inoltre considerare eventuali problematiche, anomalie o incompatibilità anche a sito concluso. Sono ipotesi tutt’altro che remote.
  2. Il costo: WordPress.com è disponibile sia in modo gratuito (ma con tutti i limiti del caso) che con piani a pagamento. Invece, WordPress.org viene fornito completamente gratis e si può scaricare con un clic. Tuttavia, l’utente dovrà sostenere i costi dell’hosting e avere a che fare con maggiori difficoltà in fase di setup iniziale. Inoltre, l’utente potrebbe avere la necessità di acquistare temi e plugin premium.
  3. La personalizzazione: WordPress.com ha molti temi e plugin già pronti all’uso. Tuttavia, la quantità di feature disponibili dipende dal piano sottoscritto. Invece, su WordPress.org è l’utente a scegliere in autonomia quali temi e plugin installare. Inoltre, tanti di essi sono completamente gratuiti, mentre altri hanno prezzi accessibili.

Le caratteristiche di WordPress.com e WordPress.org

Andiamo ora più nel dettaglio e analizziamo le caratteristiche di WordPress.com e WordPress.org, soffermandoci sui pro e i contro.

Vale la pena valutare bene cosa offre ciascuno dei due, è importante fare la giusta scelta per evitare di ritrovarci con un prodotto non adatto al progetto che stiamo realizzando.

Pro e contro di WordPress.com

Analizziamo adesso i pro e i contro di WordPress.com, vedremo come per questo servizio sono presenti tanti vantaggi quanti svantaggi.

I vantaggi di WordPress.com

  • WordPress.com fa uso di un servizio di hosting gestito. Questo vuol dire che sarà più facile andare online con il nostro sito web perché non dovremo essere noi ad affidarci a hosting provider terzi. Inoltre, avremo un risparmio sull’hosting e questo ci incentiverà a iniziare senza il rischio di buttare i nostri soldi.
  • Molti elementi del sito saranno già pronti all’uso, non dovremo quindi perderci in lunghe ricerche che potrebbero, almeno all’inizio, confonderci le idee.
  • Non ci dovremo occupare degli aggiornamenti, del backup e della sicurezza. Verrà tutto gestito automaticamente dal sistema.
  • Nella versione gratuita, avremo un sottodominio gratuito (ad esempio ilmiosito.wordpress.com).

Gli svantaggi di WordPress.com

  • Se vogliamo un dominio di secondo livello (esempio ilmiosito.com) dovremo necessariamente valutare le opzioni a pagamento. È una scelta obbligata se abbiamo intenzione di creare un sito personale o per la nostra attività.
  • L’hosting non ci darà libertà di azione e personalizzazione tecnica, saremo sempre in un ambiente gestito dove non saremo noi a decidere. Avremo, inoltre, spazio limitato per caricare i nostri file.
  • La personalizzazione è decisamente molto limitata, non potremo ad esempio usare codice personalizzato o caricare i nostri plug-in e temi. O meglio, si può fare, pagando però un piano premium molto costoso.
  • Il piano gratuito prevede degli annunci pubblicitari!

Pro e contro di WordPress.org

Approfondiamo ora i pro e i contro di WordPress.org, trattandosi di un sistema diverso dalla controparte, è bene chiarire nel dettaglio quali siano le caratteristiche.

I vantaggi di WordPress.org

  • Piena libertà di azione. Possiamo fare tutto ciò che ci passa per la testa, non abbiamo alcuna limitazione e potremo dare libero sfogo alla nostra creatività.
  • Possiamo scegliere un piano hosting valutando l’offerta di hosting provider italiani o esteri. Troveremo pacchetti per tutte le tasche ed esigenze.

P.S. sapevi che anche noi mettiamo a disposizione pacchetti hosting per i nostri clienti?

  • Accesso completo a plugin e temi, sia quelli presenti nel repository ufficiale, sia quelli che possiamo acquistare da sviluppatori terzi. Possiamo inoltre richiedere uno sviluppo custom e caricare manualmente il nostro plugin o tema, anche qui l’unico limite è la fantasia.
  • I contenuti saranno veramente nostri, perché saranno caricati su uno spazio del quale avremo pieno accesso e libertà. Vogliamo caricare un pdf? Possiamo farlo. E se volessimo caricare un nuovo font? Possiamo fare anche questo. Nessun limite, insomma.
  • Possiamo realizzare un e-commerce senza spese aggiuntive. Proprio così, WordPress.org ci consente, grazie all’uso di plugin gratuiti come Woocommerce, di realizzare un e-commerce perfettamente funzionante senza pagare alcun abbonamento. E se volessimo personalizzarlo? Possiamo farlo! Abbiamo decine e decine di plugin gratuiti che ci consentono di intervenire con semplicità.

Gli svantaggi di WordPress.org

  • Sarà necessario più tempo per imparare a usare bene l’interfaccia, soprattutto ora che siamo amministratori e avremo tutta la responsabilità del sito. Dovremo inoltre occuparci degli aggiornamenti di tema e plugin, monitorando le vulnerabilità e imparando a leggere i changelog.
  • Il setup sarà decisamente più complesso. Non sarà sufficiente scaricare il pacchetto .zip, dovremo anche cercare il giusto hosting e sapere come caricare WordPress a regola d’arte.
  • Come appena anticipato, dovremo cercare un buon hosting dove caricare il nostro sito. Non è sempre facile perché esistono molti hosting economici, i quali offendo scarse prestazioni potrebbero offrire una pessima esperienza che ci farebbe abbandonare WordPress.
  • Per quanto riguarda backup e messa in sicurezza del sito, dovremo essere noi a farcene carico o dovremo delegare a un esperto di sicurezza. Queste sono due opzioni fondamentali, non tralasciamole.
  • Se facciamo errori non ci sarà nessuno ad assisterci, avremo il controllo totale di ciò che facciamo e in caso di problematiche dovremo contattare un esperto WordPress per aiutarci.

Cosa scegliere tra WordPress.com e WordPress.org

In conclusione, WordPress in entrambe le forme non è così complesso se ci vengono fornite le giuste informazioni. Basta essere ben coscienti di ciò che ci serve, delle proprie abilità e di quanta voglia di imparare abbiamo.

Non esiste uno strumento migliore, è tutto in base all’utilizzo che faremo di tale strumento.

Per riassumere, se siamo un venditore di beni e servizi o siamo un professionista, sarà WordPress.org il nostro alleato ideale. Questo perché avremo maggiori possibilità di personalizzazione e un’immagine più professionale e curata.

D’altra parte, se il nostro obiettivo non è business ma vogliamo soltanto realizzare un blog personale o imparare le basi, potremo usare WordPress.com. Avremo vita più facile grazie alla maggiore semplicità di gestione.


Hai ancora dubbi? Puoi rivolgerti a noi. Siamo esperti WordPress a Milano e teniamo anche dei corsi di formazione su WordPress, di persona in sede a Milano.

Luglio 16, 2023

4 minuti

Agenzia Digital Marketing, Isola di Comunicazione

Libera il potenziale del tuo brand!

Con Isola di Comunicazione

LA COMUNICAZIONE DÀ FORZA AI TUOI PROGETTI  ·