Scrivere contenuti per il web empatici: una miniguida per scoprire come fare

25 Novembre 2021

Tante volte avrai trovato consigli su come scrivere contenuti per il web accattivanti ed efficaci. In effetti, il copywriting persuasivo è un passaggio obbligato per ottenere delle conversioni. Ossia: per far sì che gli utenti compiano delle azioni di valore sulle tue pagine come l’acquisto di un prodotto o un contatto.

Tuttavia, quello che ci piace evidenziare in questa miniguida è la forza persuasiva dell’empatia. Scopriamo come fare centro cambiando prospettiva e creando una connessione umana, anche sul web.

Empatia e web marketing: di cosa parliamo?

Scrivere contenuti per il web di successo dipende da una felice concatenazione di cause. Non si tratta di un evento casuale, tutt’altro!

Quando ci mettiamo online, il primo obiettivo è ottenere un buon posizionamento del sito dando vita a testi che piacciono al motore di ricerca.
Come? Con tecniche specifiche, ad esempio:

  • il web design
  • la costruzione di una struttura responsive per la piattaforma
  • il SEO copywriting

Il secondo obiettivo è fare centro nel cuore dei lettori, del tuo pubblico di riferimento, quello che costituirà la base per ogni strategia.

Sai davvero come entrare in connessione profonda con il tuo target?

L’empatia può essere una chiave di volta: mettersi nei panni dell’altro permette di costruire un rapporto di fiducia e autentico con le persone che ti seguono, che ti leggono, che ascoltano i tuoi podcast, che comprano i tuoi prodotti e/o servizi.

Quindi è indispensabile un cambio di prospettiva, ovvero passare dalla definizione di un target, generico e impersonale, all’individuazione delle personas, con le loro necessità, i loro dubbi e le loro personali emozioni.

Numeri ed esempi di marketing empatico

Ma è davvero così? Le persone cercano una connessione emotiva con i brand ai quali sono maggiormente affezionate? Sì, come attestano alcuni numeri.

Secondo un’indagine IPSOS, creare il senso di comunità e trasmettere autenticità nella produzione di contenuti di valore porta un aumento di consumatori fino a +70%. Inoltre, soprattutto dopo la crisi legata all’epidemia COVID-19, l’86% dei clienti sceglie marchi e aziende in grado di far passare un messaggio che va oltre il profitto. In altre parole, le persone cercano chi le tratta come individui e non soltanto come numeri di un bilancio economico.

Alcune delle più recenti campagne di marketing e comunicazione dei grandi gruppi lo testimoniano. Ecco un paio di esempi di come ci si mette nei panni dell’altro.

  • Campagna Social #ShowUs (Dove)

La marca di saponi e detergenti per il corpo Dove ha fatto un’indagine per contestualizzare il suo pubblico e ha scoperto che il 70% delle donne non si sente rappresentata dalle campagne pubblicitarie e dagli stereotipi del mondo femminile. Ha perciò chiesto loro di mostrarsi così come sono e di celebrare i loro corpi. Il risultato? Oltre 5.000 immagini pubblicate sui social: la più grande raccolta creata da donne e individui non-binary, che dimostra la connessione profonda fra le persone e il messaggio veicolato dal marchio.

Amore per sé stessi + Autenticità = 100% empatia

  • Infografica Microsoft

Negli anni passati Microsoft ha provato a rendere attraente un argomento ‘ostico’ come la protezione dei dati personali, creando il sito interattivo Anatomy of a Data Breach. In esso si educano i consumatori e si spiega loro come difendersi dal furto dei dati. La prospettiva è del tutto inconsueta: gli utenti diventano hacker e vengono guidati passo passo nella violazione dei protocolli di sicurezza web. Come si mostra empatia con un topic così tecnico? Creando una storia coinvolgente che aiuta le persone a capire di cosa si parla, anche attraverso dati statistici.

Accesso alle informazioni + Risoluzione del problema = 100% empatia

Scrivere contenuti per il web: come essere empatici?

A questo punto è chiaro: i tuoi contenuti sono necessari per entrare in sintonia con le personas. Ecco perché abbiamo voluto riassumere in 3 consigli come passare dalla teoria alla pratica, ovvero come scrivere contenuti per il web empatici.

  1. Fatti domande. Trova risposte.
    Conoscere le persone significa centrare gli argomenti di maggior interesse e toccare le corde giuste. Per farlo è necessario compiere delle ricerche non soltanto sul pubblico di riferimento, ma anche sui singoli argomenti. Mettiamoci come sempre nei panni degli altri e chiediamoci se il contenuto è utile, se è sincero, se è corretto (quindi, non contiene imprecisioni), se parla la lingua giusta delle persone che lo leggeranno etc.
    La fase di brief è fondamentale per comunicare da esperto e in modo coinvolgente, sia che tu stia lavorando a un articolo di un blog, oppure a un post su Instagram, o ancora a una brochure aziendale.
  2. Sii colloquiale. Sii umano.
    Sei una persona, non un algoritmo: affermalo attraverso i tuoi messaggi. Il lato umano dietro al marchio è ciò che ti avvicina maggiormente alle persone. Usa un linguaggio adeguato: il tono di voce giusto per parlare a chi si interessa di moda, non è lo stesso di quello da usare in contenuti sportivi, né tantomeno in quelli di ambito medico o scientifico.
  3. Racconta una storia. La tua.
    La narrazione è fra le più potenti forme di contenuti empatici. Lo storytelling ti serve per acquisire fiducia: le persone vogliono sapere chi sei e cosa ti rende l’interlocutore perfetto per comunicare con loro su un determinato argomento. Se vuoi scuotere le emozioni delle persone non puoi fare a meno di raccontare in modo autentico e trasparente la storia del tuo marchio, né di metterti a disposizione per veicolare messaggi etici.
scopri come scrivere in modo empatico

Competenze ed empatia: con Isola si può!

La scrittura di contenuti per il web usando l’empatia può sembrare facile, e invece non lo è affatto. Non si tratta di cavalcare in modo furbo l’onda delle emozioni, quanto piuttosto di pianificare una strategia che modelli ogni aspetto della comunicazione aziendale.
La consulenza di specialisti diventa quindi un passaggio obbligato per conseguire obiettivi programmatici. In Isola Comunicazione, web Agency di Milano, riuniamo professionisti nella realizzazione di siti web professionali e in pianificazione di comunicazione aziendale.
Se vuoi conoscerci meglio e scoprire i nostri volti, visita la pagina chi siamo del nostro sito. Cosa ne pensi di noi? Se ti va ci farebbe piacere sapere qual è la tua idea e il tuo progetto e raccontarti cosa possiamo fare insieme per dar vita a una content strategy empatica che renda più umano il tuo brand!

Per continuare ad approfondire:
Content is king: l’importanza del content marketing nel digitale

Articoli correlati

Cosa vuol dire e come fare branding

Se hai un’attività commerciale e vuoi portarla ai massimi livelli, fare branding è un’azione da non sottovalutare. Infatti, tale processo consiste nel creare un nome e un’immagine unici per la tua azienda, in modo che i consumatori si ricordino sempre di te. In altre parole, fare branding vuol dire trasformare la tua attività imprenditoriale in un marchio riconoscibile.

Sfoglia le categorie di blog

strategie di marketing

web marketing

~

sicurezza informatica

j

copywriting

formazione

w

social

Continua a navigare.